Scoliosi: approfondimenti

Spinecor

Lo Spinecor è nato nel ’93 in Canada, presso il St. Justine Hospital di Montreal, a seguito di una ricerca sull’eziopatogenesi della scoliosi. 
Isico lo utilizza in maniera selettiva nelle scoliosi adolescenziali per curve lievi tra i 20° e i 30° e fino a 35° e per ritardare, nelle scoliosi giovanili, l’indossamento del corsetto rigido ma al tempo stesso fornire già una terapia efficace.
Lo Spinecor è un corsetto dinamico basato sul principio del Movimento Correttivo Spinecor che viene insegnato e mantenuto nel tempo attraverso una specifica fasciatura elastica.

 

Gli studi ne dimostrano l’efficacia

Attraverso due studi retrospettivi Isico ha confrontato lo Spinecor con esercizi e corsetto rigido. 
In termini di risultato, a breve termine, nel primo caso sono emersi dati simili nel prevenire la prescrizione del corsetto rigido rispetto agli esercizi, con un 86% di miglioramento contro il 90% degli esercizi, a fronte però di un vantaggio nell’estetica che invece gli altri lasciano invariata.


Nel secondo studio il corsetto rigido ha mostrato risultati più positivi rispetto ai gradi Cobb mentre non ci sono state differenze significative sull’estetica e sull’efficacia nel prevenire l’evoluzione delle curve. 
Chiaramente il sistema Spinecor, rispetto al corsetto rigido, è praticamente invisibile e consente tutti i movimenti del tronco.

 

Vantaggi e Svantaggi

Rispetto agli esercizi il Sistema SpineCor ha una maggiore efficacia terapeutica (migliori risultati) e di risparmio di tempo, uno svantaggio in termini di invasività e di costo iniziale.

Rispetto al corsetto rigido il Sistema SpineCor è praticamente invisibile (una maglietta sotto i vestiti…) e consente tutti i movimenti del tronco; inoltre, non richiede esercizi compensativi perché ha un impatto negativo minore a livello fisico (nonché, ovviamente, psicologico); lo svantaggio è la minore efficacia complessiva e il fatto che il follow-up richiede un controllo più ravvicinato e frequente e un maggior numero di radiografie.

Lo svantaggio in termini assoluti è che, come per gli apparecchi ortodontici e gli occhiali da vista, non esiste al momento la possibilità di avere un rimborso da parte del Sistema Sanitario Nazionale; essendo una prestazione sanitaria, il costo può comunque essere dedotto dalla dichiarazione dei redditi.

 

La prescrizione

La prescrizione del Sistema deve essere effettuata da un medico specialista. La sua collocazione terapeutica si pone tra la prescrizione di soli esercizi e la prescrizione di un corsetto rigido. Di conseguenza, è appropriato in particolare per questi gruppi di pazienti affetti da scoliosi:

ragazzi in peggioramento nonostante il trattamento con esercizi, ma non ancora così gravi da richiedere un corsetto rigido;
ragazzi che richiederebbero un corsetto rigido a tempo parziale, ma in cui è ancora possibile cercare un miglioramento con un trattamento meno invasivo;
ragazzi che rifiutano assolutamente il trattamento con corsetto rigido (in questo caso però i risultati ottenuti con il Sistema SpineCor sono meno affidabili);
bambini piccoli.

 

Il protocollo di trattamento con il Sistema SpineCor presso ISICO

Per la sua complessità il Sistema SpineCor può essere applicato solo da personale sanitario certificato dalla SpineCorporation International al fine di evitare un probabile fallimento del trattamento in mani non esperte. ISICO ha appositamente formato il proprio personale presso i Centri ISICO di Milano, Vigevano e Trento per l’applicazione del trattamento.

Il Sistema SpineCor può essere prescritto direttamente da un medico di ISICO o da un medico esterno all’Istituto.

Prima giornata: Applicazione del Sistema

 

L’applicazione del Sistema richiede di norma una giornata presso un Centro ISICO (globalmente circa 6 ore). 
Per applicare il Sistema è necessario:

  • portare le radiografie precedenti e la radiografia eventualmente prescritta dal medico in sede di visita. Occorre avere a disposizione una radiografia frontale (antero-posteriore) non più vecchia di 1 mese e una radiografia laterale non più vecchia di 12 mesi.
  • per l’applicazione dello Spinecor il paziente deve essere in slip (e reggiseno per le ragazze), con una maglietta aderente e calze di cotone.
  • portare con sé una impegnativa compilata dal medico di famiglia per effettuare la radiografia di controllo dopo l’applicazione dello SpineCor. La dicitura riportata nell’impegnativa deve essere: “Radiografia del rachide in toto antero-posteriore. Diagnosi: scoliosi idiopatica”. Accertarsi che sull’impegnativa sia presente la diagnosi del paziente e il codice fiscale del medico di base, richiesti della normativa regionale della Regione Lombardia per avere il rimborso del Servizio Sanitario.

La giornata si articola nelle seguenti attività:

  • Progettazione del Sistema SpineCor mediante valutazione clinica e radiografica e classificazione ai fini terapeutici tramite apposito software informatico (fisioterapista).
  • Predisposizione delle Fasce SpineCor e fasciatura individualizzata (fisioterapista).
  • Radiografia di controllo in movimento correttivo con le Fasce SpineCor applicate (questa si svolge al di fuori dei Centri ISICO).
  • Verifica della fasciatura SpineCor e verifica radiografica, con consigli specifici al paziente ed alla famiglia (medico specialista - non necessariamente è il medico che ha in cura il paziente.
  • Ridefinizione dei tensionamenti delle Fasce (fisioterapista).
  • Apprendimento delle modalità di gestione della fasciatura (fisioterapista).
  • Consigli per il trattamento e la gestione complessiva (fisioterapista).

 

Controlli a un mese, tre mesi e sei mesi

Nell’immediato follow-up a un mese di distanza (per il quale non sono previsti pagamenti specifici, in quanto il costo della prestazione è incluso nel costo di applicazione del Sistema) è previsto un primo controllo del fisioterapista per la verifica del movimento correttivo e del tensionamento delle Fasce SpineCor.

Dopo 3 mesi dall’applicazione, e poi ogni successivamente ogni 3 mesi: seduta con il fisioterapista.

La seduta di controllo trimestrale del fisioterapista, della durata di circa 1,5 ore, include:

  • ridefinizione dei tensionamenti delle Fasce
  • sostituzione di eventuali parti della fasciatura SpineCor logorate dall’uso
  • consigli per il trattamento e la gestione complessiva

 

Dopo 6 mesi dall’applicazione, e successivamente ogni 6 mesi.

Oltre alla seduta trimestrale con il fisioterapista, viene anche effettuata la visita di controllo medica, con la radiografia di controllo. In queste occasioni è necessaria di norma una giornata presso il Centro ISICO (globalmente circa 6 ore). E’ necessario portare una impegnativa compilata dal medico di famiglia per effettuare la radiografia di controllo dopo l’applicazione dello SpineCor.
La dicitura riportata nell’impegnativa deve essere: “Radiografia del rachide in toto antero-posteriore”.

 


Riferimenti bibliografici

Spinecor vs sport brace for adolescent idiopathic scoliosis: short term results
Zaina F., Fusco C., Negrini Ax., Negrini S., Romano M.
Scoliosis 5(Sup1):O55 Oral presentation 2010 - 7th International Conference on Conservative Management of Spinal Deformites (SOSORT) Lingua: Inglese 
Spinecor vs exercises for adolescent idiopathic scoliosis: short term results
Zaina F., Fusco C., Negrini Ax., Negrini S., Romano M.
Scoliosis 5(Sup1):O53 Oral presentation 2010 - 7th International Conference on Conservative Management of Spinal Deformites (SOSORT)