Vincitori 2010

Primo premio 

Benedetti MG, Berti L, Presti C, Frizziero A, Giannini S.
Effetti di un programma di attività fisica adattata in un gruppo di soggetti anziani con postura flessa: valutazione clinica e strumentale.
J Neuroeng Rehabil. 2008 Nov 25;5:32

Abstract

Introduzione: la postura flessa comunemente aumenta con l’età ed è correlata allo squilibrio muscoloscheletrico ed alla riduzione della performance fisica. La proposta di questo studio clinico era quella di comparare sistematicamente gli effetti di un programma di attività fisica specificatamente rivolta alla postura flessa che interessa una certa percentuale di individui anziani rispetto ad un programma non specifico di esercizi per un totale di 3 mesi.

Metodi: I partecipanti sono stati randomizzati in due gruppi: un gruppo seguiva un programma di Attività Fisica Adattata per la postura flessa e l’altro eseguiva un procollo per persone anziane, non specifico. E stata eseguita una valutazione clinica multidimensionale all’inizio e a 3 mesi la quale includeva dati antropometrici, un profilo clinico, misure di valutazione dello squilibrio muscoloscheletrico e della disabilità. La valutazione strumentale della postura è stat realizzata utilizzando un sistema stereofotogrammetrico e un modello biomeccanico specifico disegnato per descrivere la posizione reciproca dei segmenti del corpo sul piano sagittale in una posizione eretta.

Risultati: Il programma di attività fisica adattata ha determinato un miglioramento significativo in vari parametri chiave della valutazione multidimensionale in confronto al protocollo non specifico: riduzione della distanza occipite-muro, maggiore ampiezza di movimento degli arti inferiori, migliore flessibilità dei muscoli pettorali, degli ischiocrurali e dei flessori dell’anca, aumento della forza dei muscoli erettori del tronco. L’analisi sterofotogrammometrica ha confermato una riduzione della protrusione della testa ed ha rilevato una riduzione negli adattamenti posturali compensatori verso la postura flessa, caratterizzati da ginocchio flesso, dorsiflessione della caviglia nei partecipanti al programma specifico.

Conclusione: Il programma di Attività Fisica Adattata per la postura flessa migliora significativamente l’allineamento posturale e lo squilibrio muscoloscheletrico negli anziani. La valutazione sterofotogrammetrica della postura è risultata utile per misurare l’allineamento posturale globale specialmente per analizzare le possibili strategie compensatorie agli arti inferiori nella postura flessa.

Gli altri vincitori

Ripani M, Di Cesare A, Giombini A, Agnello L, Fagnani F, Pigozzi F.
Curve del rachide: confronto tra Spinal Mouse e misurazioni radiografiche. 
J Sports Med Phys Fitness. 2008 Dec;48(4):488-94.

Monticone M, Baiardi P, Ferrari S, Foti C, Mugnai R, Pillastrini P, Vanti C, Zanoli G.
Sviluppo della versione italiana dell’Oswestry Disability Index (ODI-I). Adattamento cross-culturale, affidabilità e validità.
Spine 2009; 34 (19): 2090-5

Paoloni M, Di Sante L, Cacchio A, Apuzzo D, Marotta S, Razzano M, Franzini M, Santilli V.
Ossigeno-Ozonoterapia intramuscolare nel trattamento della lombalgia acuta con ernia discale lombare. Uno studio clinico multicentrico, randomizzato, in doppio cieco con iniezione lombare paravertebrale attiva e simulata.
Spine 2009; 34 (13): 1337-44