Notizie da Isico

Collo, attenzione agli sbalzi di temperatura

L'estate anomala 2014 infatti è all'insegna degli sbalzi termici e umidità, a farne le spese chi già soffre di dolori articolari: "L'umidità può favorire la riacutizzazione di dolori articolari, soprattutto negli anziani - spiega la dott.ssa Sabrina Donzelli, fisiatra di Isico - in questa situazione il calore ha proprietà miorilassanti che rilassano la muscolatura. Se, come in tanti speriamo, l'estate finalmente farà capolino dovremo allora fare attenzione ai colpi di freddo dovuti all'esposizione diretta da aria condizionata o al passaggio da zone climatizzate a zone non climatizzate".


In letteratura esistono alcune pubblicazioni che confermano una relazione tra freddo e insorgenza di dolori alla schiena e al collo: " In realtà è difficile trarre conclusioni certe a questo riguardo - continua la dott.ssa Donzelli - I dolori alla schiena e al collo hanno origine da molteplici fattori combinati tra loro, e anche il freddo potrebbe avere un suo ruolo. In uno studio, ad esempio, hanno confrontato i dolori a schiena e collo lamentati dai muratori di regioni a clima freddo con quelli residenti in zone più calde: hanno visto un più alto tasso di dolori in coloro che lavoravano nelle zone più fredde".
 
E il classico torcicollo da finestrino aperto? "In questo caso i colpi di freddo favoriscono un dolore acuto associato a blocco funzionale - conclude la dott.ssa Donzelli- per prevenire i disturbi legati agli sbalzi di temperatura e colpi di freddo ci vuole buonsenso: dal banale coprirsi in caso di freddo soprattutto quando si è sudati, anche con la semplice sciarpetta fino all'evitare l'esposizione diretta all'aria fredda. Inoltre è bene evitare posture fisse: meglio cambiare spesso posizione e approfittare della bella stagione per intensificare o intraprendere una nuova attività fisica per mantenere la muscolatura elastica.