Notizie da Isico

Congresso R&R: tanti i partecipanti on line

Un congresso diverso dalle edizioni passate, proprio come ha sottolineato il prof. Stefano Negrini, direttore scientifico di Isico, all'apertura dei lavori. Il numero dei presenti in sala è considerevolmente diminuito a favore della presenza on line. Infatti questa decima edizione del nostro congresso R&R è stata caratterizzata dalla
possibilità di seguire i lavori da casa: ben 367 account collegati, con la possibilità che ci fossero più persone davanti allo schermo.
Una prima volta che, nonostante qualche piccola difficoltà, si è rivelata molto soddisfacente al di là delle aspettative, tanto che il congresso non aspetterà due anni per essere replicato, ma già l'anno prossimo, il 25 marzo, ci sarà l'XI edizione con un'apertura notevole dell'on line all'internazionale.

Di sicuro un'importante opportunità di aggiornamento che, già come il master on line partito pochi mesi fa, sarà apprezzata anche al di fuori dell'Italia.
Durante il congresso si è parlato di funzione e disfunzione del rachide nelle varie età: dal bambino, con una relazione sul mal di schiena nei più piccoli, all'anziano con un approfondimento sull'osteoporosi. Ci sono state due lezioni magistrali: la prima del dott. Andrew Haig, presente al congresso, la seconda del dott. Paul
Hodges, collegato dall'Australia.


E' stato anche assegnato il nono Isico Award alla ricerca "L'autocorrezione attiva e gli esercizi orientati a un compito riducono le deformità della colonna vertebrale e migliorano la qualità di vita in soggetti con lieve scoliosi idiopatica dell'adolescente. I risultati di uno studio controllato randomizzato" di Marco Monticone, Cazzaniga Daniele et al.
Interessante anche la relazione del dott. Luca Tomaello, medico sportivo della Juventus, che ha parlato di rachide patologico e normale nelle attività sportive: ha sottolineato come lo sport non sia terapia ma che, con un programma mirato ed esercizi specifici, si può praticare sport nonostante il mal di schiena, persino nonostante la scoliosi, con il riferimento all'uomo più veloce del mondo, Usain Boldt, capace di record mondiali pur avendo una gamba più corta dell'altra e la scoliosi.

Guarda il video del Congresso