Notizie da Isico

Pubblicate le Linee Guida

Un lavoro sistematico di revisione di tutta la letteratura scientifica da parte dei massimi esperti sul trattamento della scoliosi ha portato alla recente pubblicazione sullo Scoliosis and spinal disorders delle nuove Linee Guida internazionali da parte di Sosort (Società Internazionale per il trattamento della Scoliosi). Le ultime risalivano al 2011, mentre risale al 2005 la prima pubblicazione.
Fra i 21 autori, provenienti da paesi come Stati Uniti, Canada, Giappone, Germania, Spagna, Francia, Polonia, Grecia, ci siamo anche noi con il gruppo più numeroso: il prof. Stefano Negrini, direttore scientifico di Isico, il dott. Fabio Zaina, la dott.ssa Sabrina Donzelli e il dotto. Michele Romano, direttore tecnico di Isico.


"Siamo partiti da una revisione degli studi su tutto ciò che è legato al tema della scoliosi, dalle definizioni agli obiettivi terapeutici e dagli esami da effettuare agli esercizi ai corsetti fino allo screening - spiega la dott.ssa Sabrina Donzelli, fisiatra di Isico, fra gli autori delle Linee Guida- in questa maniera, partendo dalle evidenze scientifiche disponibili, sono state elaborate delle raccomandazioni terapeutiche riassunte in alcune tabelle che rappresentano uno strumento fondamentale capace di guidare il clinico nelle scelte terapeutiche ideali per ogni paziente". 


Le tabelle sono uno strumento importante nel trattamento della scoliosi perché consentono di definire livelli terapeutici rispetto all'età o all'entità della patologia: ad es. nella cura si va dalla semplice osservazione per curve minime alla raccomandazione di indossamento del corsetto fino a 24 ore. 


"Si tratta di un documento di grande importanza per tutti i professionisti nel trattamento della scoliosi - continua la dott.ssa Donzelli - a disposizione on line, in inglese, anche dei pazienti e delle loro famiglie. Considerata la mole immensa di lavoro che c'è dietro alle Linee Guida, si è deciso di dividere le prossime edizioni in sottocapitoli, ad esempio scoliosi adulti, o solo corsetti o solo esercizi".


Ricordiamo che per quei temi dove gli autori non arrivano ad avere delle evidenze scientifiche, attraverso la revisione degli studi della letteratura, si procede con una procedura che prevede la consultazione dei massimi esperti dell'ambito a livello internazionale (metodo di Delphi) , cosi da giungere a un consenso su cosa raccomandare, che sia condiviso da tutti.


"Per concludere voglio sottolineare che alle raccomandazioni delle Linee Guida - ci dice la dott.ssa Donzelli - va sempre affiancata l'esperienza del team di professionisti, dal medico al tecnico ortopedico, proprio perché la scoliosi è una patologia complessa. Le Linee Guida stesse raccomandano che a occuparsi di scoliosi siano sempre professionisti esperti. L'esperienza di ogni professionista viene definia da un numero minimo di visite e pazienti che si devono vedere ogni anno, le linee guida inoltre raccomandano di utilizzare terapie di cui si è esperti al fine di garantire una migliore gestione del paziente e favorire il successo terapeutico".