Notizie da Isico

Isico: riaprono gli ambulatori

Oggi, 11 maggio, Isico riapre progressivamente i propri ambulatori sparsi in tutta Italia. Non è una ripartenza perché in realtà in Isico non ci siamo mai veramente fermati. Circa due mesi fa, il 16 di marzo, abbiamo lanciato visite e trattamenti in modalità on line, perché la Telemedicina potesse dare ai nostri pazienti l'opportunità di portare avanti le proprie terapie. E dopo oltre 3100 prestazioni on line a 2170 pazienti possiamo dire con certezza che la Telemedicina ha funzionato. 

Ora ci uniamo al resto delle attività del paese e, potendo garantire accessi in tutta sicurezza ai nostri pazienti, siamo pronti a riaprire anche a visite e trattamenti negli ambulatori. Partiamo con una serie di regole interne che rispettano le indicazioni fornite da Governo e Regioni: dalla misura della temperatura del personale all'utilizzo di mascherine, dall'igiene delle mani a come e quando usare i guanti a come gestire gli ingressi dei pazienti perché sia sempre garantita la distanza minima di un metro fino alla sanificazione quotidiana dei locali.  Ovviamente ciò implica che per entrare nelle nostre strutture ci saranno delle precise indicazioni da seguire. E per questo abbiamo bisogno della vostra collaborazione così da garantire la sicurezza di tutti.

 

Prenotazione di visite e trattamenti: come scegliere


Nella attuale situazione che ancora pone degli ostacoli a una completa mobilità, diamo al singolo paziente la possibilità di scegliere la modalità che preferisce fra:
- prestazione di persona con il proprio medico/terapista, nella sede in cui è presente in questo periodo
- prestazione in telemedicina con il proprio medico/terapista
- prestazione di persona con un altro medico/terapista di Isico, nella sede più vicina a casa vostra

Con la riapertura degli ambulatori tutte le prestazioni torneranno ad avere il costo che hanno sempre avuto. In questi due mesi abbiamo affrontato, come struttura e staff, un sacrificio economico così da garantire sconti per le prestazioni di Telemedicina: siamo voluti andare incontro ai nostri pazienti, sperando che la crisi fosse di breve durata. Purtroppo oggi sappiamo che non è così. 

"Non siamo in grado di proseguire con tariffe a costi calmierati, pena la stessa sopravvivenza del nostro Istituto, anche se ci rendiamo conto che la situazione economica per molti resta particolarmente difficile - spiega l'ing. Alberto Negrini, amministratore di Isico - Confidiamo nella comprensione dei nostri pazienti, da parte nostro manteniamo il nostro impegno di alta qualità nelle prestazioni che i nostri specialisti effettuano, in ambulatorio o in Telemedicina".

Rimarranno attive le tipologie di sconti che erano previste prima della chiusura degli ambulatori, tra cui quelli riservati a chi presenta la certificazione ISEE.

 

Cosa chiediamo ai pazienti


Per poter accedere ai nostri ambulatori i pazienti dovranno autocertificare le proprie condizioni di salute, oltre ad accettare dei requisiti che abbiamo definito per la sicurezza e la prevenzione (es. uso della mascherina, distanza minima etc...). 

"Tutti noi, specialisti medici, terapisti e segreterie partiamo lunedì con il desiderio di continuare il nostro lavoro e mantenere l'altissima qualità nelle terapie - conclude l'ing. Negrini - quello che chiediamo ai pazienti è la massima collaborazione, solo applicando tutti con scrupolo le regole richieste possiamo garantire la salute e la sicurezza di pazienti e operatori. Responsabilità ed attenzione devono essere ancora ai massimi livelli. Perché la cura passa da ognuno di noi".