Notizie da Isico

Stefano Negrini nel Cochrane Council

Qualche giorno fa il prof. Stefano Negrini, direttore scientifico di Isico, è stato nominato rappresentante del Cochrane Council. Cochrane è la rete mondiale no-profit indipendente di ricercatori, professionisti, pazienti e persone interessate alla salute. 
Un riconoscimento importante per il ruolo che il prof. Negrini ha all'interno dell'organizzazione stessa dal 2016 come direttore del Gruppo di Medicina Fisica e Riabilitativa (Cochrane Rehabilitation): il centro, con sede all'università di Brescia, si occupa a livello mondiale del miglioramento della qualità delle prove scientifiche prodotte nel campo della riablitazione. Negrini è autore anche di due revisioni, Cochrane Back and Neck e Cochrane Stroke


Ricordiamo che Cochrane si avvale di 37.000 collaboratori in tutto il mondo, provenienti da oltre 130 paesi, molti sono leader mondiali nei rispettivi settori in alcune delle più autorevoli istituzioni accademiche e mediche internazionali.


Obiettivo è lavorare insieme per produrre informazioni sanitarie credibili e accessibili, esenti da sponsorizzazioni commerciali e altri conflitti di interesse. Perché le decisioni sanitarie vengano prese nel migliore dei modi pensando alla salute delle persone. Nel corso degli ultimi 20 anni, la Cochrane ha contribuito, attraverso revisioni sistematiche, a trasformare il modo in cui vengono prese le decisioni riguardo la salute.


"Il Consiglio di Cochrane è stato creato nel novembre del 2016 per garantire uno spazio di discussione per i vari gruppi nella valutazione di questioni di alto livello e al contempo fornire stimoli per nuovi temi di ricerca - commenta il prof. Negrini -  il compito del nostro gruppo in particolare è da una parte promuovere la cultura e l’applicazione delle medicina basata sulle prove scientifiche (Ebm) all’interno del mondo della riabilitazione, dall'altro promuovere la riabilitazione stessa nel mondo Cochrane".